domenica 6 maggio 2018

Il Tasso ...

Il Tasso è uno degli abitanti del bosco che preferisco...lo incontro spesso la mattina presto o all’imbrunire ma quasi mai riesco a fotografarlo decentemente. Questa volta complice la sua fame :-) sono riuscito a fotografarlo abbastanza bene e con luce discreta. Essendo sotto vento lui non riusciva a sentire il mio odore e siccome stava sgranocchiando qualche cosa sotto terra mi ha permesso anche di osservarlo per qualche minuto.

Il Tasso è un mustelide abbastanza grande e lo si può trovare un po’ in tutti gli ambienti forestati sia di pianura che di montagna dal livello del mare fino ai 2000mt. E’ un animale estremamente elusivo e di abitudini crepuscolari e notturne. Conduce una vita solitaria o in piccoli gruppi familiari che condividono la stessa tana. Ha una vista limitata ...diciamo che è miope ...e un olfatto molto sviluppato ...emette dei dei versi variabili a seconda dello stato d’animo ...tipo sbuffi - soffi e grida stridule quando è irritato o nel periodo degli amori. Ha un’alimentazione onnivora ma la sua dieta principale è composta da frutti , funghi , radici, tuberi, bacche, castagne ghiande , fagioli , erba, corteccia, lombrichi, insetti, lumache e talvolta anche piccoli vertebrati. I Tassi sono monogami e l’accoppiamento avviene solitamente in estate nel mese di Agosto quando la femmina attira il proprio maschio facendo una specie di danza che consiste in una camminata a cerchio davanti a lui. La gestazione dura circa 7-8 mesi e la femmina partorisce i piccoli tra fine inverno ed inizio primavera. I piccoli raggiungeranno le dimensioni degli adulti e diventeranno autonomi verso la la fine dell’autunno.









venerdì 27 aprile 2018

Assiolo !

L’ Assiolo ( Otus Scops ) nella piana Pratese non l’avevo ancora incontrato...anzi prima d’ora non l’avevo proprio mai visto dal vivo. Cosi una sera al ritorno da una pizzata tra amici sentiamo dei richiami strani ...monotoni e ripetuti ....kiou kiou kiou kiou ...un suono delicato ....quasi ipnotico. Ci avviciniamo e non vediamo niente per un be po’ poi sentiamo muovere delle foglie e con la pila boom eccoti il più bel gufo che abbia mai visto. Più che gufo è meglio definirlo “gufetto” visto che ha più o meno le dimensioni di un merlo E’ li che ci guarda ...è bellissimo e incavolassimo :-) ...o meglio sembra  arrabbiato dallo sguardo minaccioso ma in realtà se ne sta li davanti a noi senza dare segni di timore o nervosismo ...cosi in tutta tranquillità ci permette di scattare alcune foto.

Questo gufetto arriva in Italia verso Marzo dal continente Africano dove sverna...sembra che la sua migrazione sia distribuita in piccoli nuclei familiari e non in grandi assembramenti ...ma soprattutto la cosa straordinaria è il fatto che arriva in Europa con un unico volo ininterrotto senza soste. Nidifica in cavita di alberi ed il suo habitat sono boschi di latifoglie intervallati a prati e spazi aperti.

La sua presenza in Europa non è ancora a rischio ma da ultimi censimenti purtroppo la tendenza è ad una netta diminuzione della densità di coppie dovuta principalmente ai cambiamenti del suo habitat naturale. Speriamo che questo trend possa arrestarsi. Intanto vi propongo questi scatti che lo mostrano in tutta la sua bellezza!







lunedì 16 aprile 2018

La primavera del Cervo ....

Un esempio di cambio stagionale visto da una prospettiva diversa.

In montagna gli alberi... come si vede dai faggi sullo sfondo.... non hanno ancora messo la foglia ...il primo verde fatica un po’ a dare sfoggio di se nei prati. Fino a qualche gg fa faceva ancora freschino ....qualche toppa di neve qua e là ....ma osservando questi splendidi animali si può vedere come loro siano già avanti col cambio di stagione. I più adulti hanno gia il palco quasi ad un terzo ...i subadulti... come l’esemplare in primo piano nella prima foto sottostante... hanno iniziato la ricrescita da poco ....mentre i piu giovani fanno ancora sfoggio delle loro esili corna...come si vede dalla seconda foto sotto ...e comunque ben presto anche loro le perderanno. Ed ha inizio un altro giro di valzer !





martedì 3 aprile 2018

Caprioli ...

Risveglio primaverile

Il bosco riprende vita dopo un duro Inverno appenninico ....con tanta neve ...che oramai da diversi anni non si vedeva. Gli animali riprendono la loro vita abituale ...ed i primi ad uscire dai ricoveri invernali sono loro ...i Caprioli. 









lunedì 19 marzo 2018

Il Principe della Valle ...la Val di Bisenzio ...


Fiero ed elegante come solo un principe sa essere....regna da anni nella sua valle ...che prende il nome dal fiume Bisenzio...che scorre poco sotto limaccioso ed irruento...per via dello scioglimento delle nevi e dalla pioggia insistente di questi giorni. Grazie al rumore dell’acqua di sottofondo non ha sentito mentre mi avvicinavo ..cosi mi permette di abbassarmi e da dietro un albero mirare ...qualche scatto e lui si gira sospettoso...poi lentamente riprende la sua strada.



domenica 31 dicembre 2017

Ultimo tramonto del 2017 ....

Idealmente questo ultimo tramonto del 2017 porta con se tutti quelli dell’anno appena trascorso.

Un normale tramonto ...bello come tutti i tramonti ...ma non straordinario ...con qualche nuvola grigia a ricordare che nonostante gli Auguri ...i buoni propositi...le boccie di prosecco stappate....il 2018 erediterà più o meno i soliti problemi e le solite preoccupazioni...
MA
....l’anno che verrà sarà realmente migliore se riusciremo ad indirizzare la nostra vita piano piano verso le giuste priorità. Non voglio fare retorica ma il miglior Augurio che mi sento di farvi è quello di "rallentare" un attimo ....di trascorrere più tempo con i propri cari ...con gli amici che contano...dedicarsi di più alle proprie passioni...o in generale alle cose che vi fanno stare bene... essere consapevoli che non siamo eterni e che ogni giorno è un dono ...e come tale va vissuto.

Sinceri AUGURI ....come piace a me.... da un crinale ...ululante ...alla Luna piena :-)

Alto Appennino Pratese ed Alta Val di Bisenzio innevata e bellissima più che mai









sabato 18 novembre 2017

L'Autunno nell'appennino Pratese

Alcune immagini di questo Autunno dal cuore dell’Appennino Pratese ...faggi secolari... crinali...torrenti...tutto in questi giorni esplode di mille colori e sfumature. Le foto seguenti non rendono giustizia pienamente alla bellezza di questi luoghi ...che vanno vissuti dal vivo ...posso assicurarvi che fa tanto bene perdersi in queste atmosfere per qualche ora ...scollegati per un po’ da qualsiasi marchingegno moderno che non sia la Reflex...scollegati dal mondo che corre ...da internet ...dal casino delle città. Si torna a casa ricaricati ...e con qualche bello scatto ;-)